Dove Mangiare

La tipica cucina romana e non solo…

Oltre alle importanti attrazioni turistiche che Roma offre dal punto di vista culturale, presenta anche un’ampia gamma di ristoranti, locali e pizzerie presso cui gustare la cucina tipica del luogo, basata sulle tradizioni di prodotti di origine animale e vegetale. La cucina tradizionale romana vede al centro dell’attenzione pietanze provenienti dalla terra, realizzando piatti nutritivi e molto abbondanti. Dal punto di vista storico della cucina romana, non si può non citare la cucina povera, ovvero ci si nutriva di ciò che restava di un animale ucciso. Il piatto tipico della cucina povera, realizzato con reni, milza, fegato, cuore, lingua, pancreas, ghiandole salivari, cervello e lingua, è la trippa, la quale ancora oggi viene cucinata e gustata dagli abitanti di Roma, ma perché no, anche dai turisti curiosi di assaporare gusti diversi e decisi.

Durante i periodi festa, l’aria di Roma viene profumata da fritti in pastella, piccioni, coratella e abbacchio, che sarebbe un agnello destinato alla macellazione. Per quanto riguarda gli aromi, la cucina tipica romana vede protagonisti il lauro, la salvia, la Menta romana, il rosmarino e la mentuccia, la quale viene anche chiamata Nepetella o Poleggio. Le verdure più cucinate in questa zona d’Italia sono i carciofi, il broccolo verde, le puntarelle, la cicoria e la misticanza, mentre per quanto riguarda il pesce abbiamo le alici e il baccalà. Per quanto riguarda la cucina antica e tradizionale, non si può non nominare la cucina degli ebrei romani, con i carciofi alla giuda e il tortino di alici e indivia. Infine, Roma presenta un’ampia selezione di formaggi saporiti e da assaggiare, come la ricotta e il pecorino romano, ma anche dolci deliziosi come le castagnole e le frappe.
Per quanto riguarda i piatti tipici del luogo che potrete gustare a Roma presso numerosi ristoranti e trattorie, troviamo i rigatoni con la pajata, ovvero l’intestino tenue del vitello da latte o di agnello e capretto, il quale contiene ancora il chimo, una sostanza ricca e molto gustosa. Gli spaghetti alla carbonara, realizzati con uova, pancetta o guanciale, pepe e pecorino, è uno dei piatti riprodotti maggiormente in tutta Italia, insieme alle penne all’arrabbiata e ai bucatini all’amatriciana, realizzati con guanciale, salsa di pomodoro e pecorino. Da non perdere i vermicelli cacio e pepe, la coratella d’abbacchio con carciofi, la coda alla vaccinara e i saltimbocca alla romana, a base di vitello, prosciutto crudo e salvia cotto nel burro e sfumato con del vino bianco.

Suggerimento:
Vedi anche la nostra pagina con i migliori ristoranti Roma.